mercoledì 12 aprile 2017

I Fuoridaglischemi - Parte 2

Nell'articolo precedente ci siamo presentati e vi ho parlato di me come un sognatore alla "Cutugno" con L'ukulele in mano.

Eh già, uno strumento così piccolo che lo metti ovunque... lo porti ovunque.

Devo un grazie a mio fratello Leonardo per avermi fatto innamorare dell'ukulele.

Qualche anno fa si è sposato e fra le tappe del suo viaggio di nozze c'era... HONOLULU.

Città in cui l'ukulele (come lo conosciamo oggi) è nato.

Al suo ritorno in Italia, mio fratello, portò un sacco di souvenir ai familiari. Molti ricevettero le classiche calamite da frigo e solo io mi beccai qualcosa di diverso... un ukulele! È li che nasceva, e se vai alle Hawaii non puoi non tornartene con un Ukulele!


Bellissimo. Mi luccicarono gli occhi e non vedevo l'ora di iniziarlo a suonare. Era di plastica, più da soprammobile. Sulla piccolissima cassa armonica raffigurava le Hawaii.

Un perfetto regalo con il quale strimpellare qualcosa.

Con l'arrivo del Natale me ne feci regalare, poi, uno dalla mia ragazza. Uno vero. Uno con cui suonare nei Fuoridaglischemi.

I suoni acuti dell'ukulele hanno acceso i miei giorni più gravi e ho deciso che se non avevo mai suonato uno strumento prima, beh, questo sarebbe stato il primo.

Ho cominciato a prendere lezioni private e con molta pazienza ho tirato fuori le prime canzoni che a breve registrerò in studio con i Fuoridaglischemi.

Questo strumento in Italia, è sempre rimasto sconosciuto o quasi. Quando lo si vede in TV, la maggior parte delle volte si pensa che sia solo una semplice chitarrina.

È molto di più: è un suono di pace e spensieratezza, un urlo calmo, un piccolo grande compagno.

Appartiene alla categoria di quegli strumenti rari, alternativi. Non lo suona mai nessuno come dovrebbe, perché si predilige la chitarra o il piano che sono definiti gli strumenti da accompagnamento musicale per antonomasia.

Io amo le cose diverse, gli do voce: è per questo che ho colto questo regalo come ispirazione per nuovi suoni, nuove canzoni.


Articolo scritto da:
Gabriele Tucci

Nessun commento:

Posta un commento

classifiche