giovedì 23 maggio 2013

Recensione ukulelistica di "Wood & Steel" di El Bastardo Outlaw Picker

Ho avuto occasione di ascoltare una piccola anteprima dei brani di questo cd e ho pensato di scriverci una piccola recensione estemporanea. Spero possa piacere anche all'autore del cd, questa mia idea.

I primi due brani, "There's Train You Can't Step Out Of" e "Growing Alone and Fighting" (feat. Anni Erbsen) sono due brani che mi ricordano i grandi spazi del vecchio West. Poi mi ha fatto pensare allo sceriffo seduto, a gambe dritte e larghe, in una sedia davanti al suo ufficio con il cappello sulla faccia che sonnecchia perchè nel paese tutto è tranquillo. Il terzo brano invece, "My Babe", arriva al momento giusto del cd perchè cambia completamente ritmo e mi ha fatto pensare a quelle feste in cui tutti ballano in piazza in occasione di eventi particolari. "Out On the Western Plain" invece ha risvegliato in me la voglia di fare un viaggio, senza una meta precisa, solo per il gusto di viaggiare e della libertà che si sente dentro di noi quando si viaggia. "Waiting For" mi ha fatto pensare a qualcuno che ricorda eventi positivi del suo passato in modo tranquillo e un pò malinconico visto che è passato, ma anche allegro perchè comunque il ripensare al fatto che quegli eventi sono successi a lui lo fa sentire felice. "Boogie Woogie Dance" trovo che sia stata inserita nel punto giusto nel cd, è il semplice e logico continuo del brano precedente perchè fa sì che la felicità continui e quindi rende il proprio lavoro più lieve e, perchè no, anche più divertente. Questo è quel che ho immaginato ascoltando questo brano. "Friendship Is a Fuckin' Business" trovo che esprima un misto di delusione e accettazione del fatto di essere stati delusi per qualcosa. E' forse il brano che, personalmente, trovo più melanconico e forse triste di tutto il cd. Ma triste nel senso che ti provoca dentro un pò di tristezza, anche questo brano lo trovo molto bello. "Hit the Road Jack" si potrebbe dire che basta il titolo, è una canzone molto bella che con l'ukulele viene benissimo. Mi sbilancio e dico che è il brano che mi piace di più di tutto il cd. Infine c'è "The Entertainer", anche questo brano non avrebbe bisogno di commenti, si commenta da solo. E ritengo che sia il brano migliore con cui si potesse chiudere il cd.



Alla fine dei conti mi sento di poter dire che "Wood & Steel" di El Bastardo Outlaw Picker è sì un cd Country, ma non solo. E' un cd che esprime stati d'animo in ogni suo pezzo ed è inevitabile per chi lo ascolta non sentire dentro di sé questi stati d'animo. Lo consiglio semplicemente a tutti quelli che amano ascoltare la bella e buona musica, indipendentemente dal fatto di essere appassionati di ukulele o no.

Nessun commento:

Posta un commento

classifiche